frutta marturana e 2 novembre



Si può chiamare frutta marturana in bianco e nero perchè io non l' ho voluta colorare, ma volutamemente l' ho lasciata naturale. Certo colorata è d' effetto, ma per mangiarla i bambini la preferisco così ed il sapore è magnifico.
Trascrivo una poesia che anticamente i bambini siciliani recitavano la sera della vigilia del 2 novembre, affinchè i parenti defunti portassero loro tanti regali, solitamente dolciumi:
Animi santi,
animi
santi,
io sugnu unu e vuiautri síti
tanti:
mentri sugnu 'ntra stu munnu di
guai
"cosi di morti" mittitimìnni
assai.

Traduzione:
Anime sante,
anime sante,
io sono uno e voi siete
tanti:
mentre mi trovo in questo mondo di
guai
"leccornie/doni" portatemi
assai

Ingredienti:
mandorle g. 250
zucchero a velo g. 150
acqua g. 50
essenza di cannella 2 gocce (a piacere)
essenza di vaniglia 2 gocce (a piacere)

Preparazione:
ridurre le mandorle in polvere e unirlo allo zucchero a velo .








In una pentola sciogliere lo zucchero con l' acqua e quando si è formato lo sciroppo aggiungere le mandorle e lo zucchero e cuocere a fuoco basso finchè il composto non si staccherà dalle pareti, spegnere il fuoco








e far raffreddare la pasta reale






e poi macerare ancora un pò ed iniziare la festa...



E si, proprio così per i bimbi è proprio una festa lavorare la pasta reale e realizzare con le formine la frutta marturana
Procedimento col bimby:
tritare le mandorle 20 sec. Vel. Turbo e metterle da parte.
Polverizzare lo zucchero 1 min. Vel. Turbo poi aggiungere l'acqua e far cuocere 10 min. a 90° vel .1. Aggiungere le mandorle e far cuocere 5 minuti sempre a 90° Vel. 3.
Far raffreddare su un piatto la pasta reale ed ancora 30 sec. Vel. Turbo . Fine

Commenti

  1. Ciao che buona che deve essere!!!!! se domani vengo a casa tua me ne regali una???

    RispondiElimina
  2. Ciao se vieni davvero te ne offriremo più di una, e vedrai come sarà contenta Gloria di vederti. Un abbraccio Lea

    RispondiElimina
  3. Ricetta meravigliosa! Con il Bimby lo è ancora di più.Grazie per averla condivisa.
    Un bacio e buona domenica Raffa

    RispondiElimina
  4. Mi ha sempre incuriosito la preparazione di questa frutta, grazie della ricetta! Ti stavo per chiedere se le mandorle devono essere spellate ma poi ho capito che per ottenere una pasta così chiara lo devono essere per forza!! Complimenti! Ciao buona doemnica

    RispondiElimina
  5. ciao, non ho capito se lo zucchero si mette tutto nell'acqua va diviso.
    Grazie

    RispondiElimina
  6. Ciao Rayna,io ho messo metà dose di zucchero nell' acqua, il resto l' ho messo insieme alle mandorle. Se non riesci ad amalgamare bene l' impasto, aggiungi ancora pochissima acqua. Buona domenica

    RispondiElimina
  7. Mia cara... questo è un vero capolavoro!

    RispondiElimina
  8. ciao Lea, piacere di averti conosciuta e grazie di essere passata da me! ricambio con enorme piacere perchè il tuo blog è pieno dei sapori che piacciono a me che adoro la tua terra!
    un abbraccio
    dida

    RispondiElimina

Posta un commento